Quando la mossa per conquistare il mercato è nel packaging

CONQUISTARE

Le storie dei più grandi imprenditori sono fatte di scelte coraggiose.

Intuizioni geniali che hanno cambiato radicalmente le abitudini dei consumatori. Sono questi gli imprenditori che definisco “esploratori”, poiché hanno scoperto territori vergini dando vita a nuove “civiltà”.

<<Hanno scavato dove nessuno pensava ci fosse il petrolio>>

Non basta però limitarsi a fare qualcosa che vada contro il pensiero comune per avere fortuna. Sarebbe troppo facile. Così come non basta un packaging “creativo” per vendere. Servono scelte ragionate,  intelligenti  e accompagnate da una buona dose di coraggio, per metterle in pratica quando nessuno ci crede.

La fase di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti, è sicuramente tra queste scelte, perché investire su un nuovo prodotto (ricerca, analisi, progettazione, test…) è un grande punto di domanda fino alla fine. Chi ha saputo fare le mosse giuste però ha raccolto i frutti, seguendo sempre lo stesso filo logico: valutazioni mirate, scelte intelligenti, coraggio e azione.

Tra le scelte coraggiose e controintuitive che permettono ad un’azienda di esplorare nuovi mercati c’è sicuramente il packaging del prodotto.

Te ne voglio parlare perché non sempre è possibile lanciare un nuovo prodotto, per due motivi principali: o non te lo puoi permettere (investire in ricerca e sviluppo oggi costa molto e costituisce un rischio altissimo per molte PMI) oppure il tuo è un prodotto indifferenziato.

Se ti trovi in una di queste due situazioni puntare sul packaging a volte può essere la scelta più intelligente.

 

Quanto costa un packaging dal Profitto Genetico™? CLICCA QUI →

 

Come diventare un imprenditore esploratore grazie al packaging dei tuoi prodotti?

Gli esempi non mancano:

se 20 anni fa mi avessero detto che un prodotto indifferenziato come l’insalata avrebbe potuto posizionarsi sul mercato grazie a una busta di plastica brandizzata non ci avrei creduto. latte parmalat

Molti non ci avranno creduto neppure nel 1962 quando la Parmalat decise di passare dal vetro al Tetra Pak per commercializzare un prodotto indifferenziato come il latte.

Il packaging, in questo caso in modo particolare, è stato il vero elemento che ha permesso l’esplorazione e la conquista di quel mercato da parte di Parmalat. Presto è stata copiata da tutti i competitor in questa scelta, ma ormai l’azienda di Collecchio era il leader consolidato, e ha goduto a pieno dei vantaggi che il mercato riserva a chi arriva per primo con un’innovazione.

La lista è lunghissima, ma ho voluto fare un paio di esempi che fossero chiari a tutti e questi lo sono senza ombra di dubbio.

Forse non hai un prodotto indifferenziato e per tua fortuna il tuo prodotto ha già caratteristiche di unicità. A maggior ragione la strada del packaging per esplorare nuovi territori è una scelta intelligente e obbligata.

Alla base dell’esplorazione e della conquista – nella storia come nel mercato – c’è sempre una grande capacità di vedere oltre. Vedere oltre le apparenze, oltre il senso comune delle cose, oltre i competitor.

Per noi vedere “oltre” significa vedere con gli occhi del consumatore, riposizionare le nostre considerazioni dal suo punto di vista e alla sua altezza – all’altezza dello scaffale.

Solo riconsiderando i dati da questa prospettiva è possibile individuare la mancanza e trovare la risposta attraverso lo sviluppo e la realizzazione di un packaging che aiuti il prodotto a vendere.

Solo guardando le cose da questo punto di vista è possibile raggiungere “nuove terre e fare nuove conquiste!”

Non perdere l’occasione di approfondire l’argomento a questa pagina.

 

 

Sei interessato al costo di un restyling di un tuo packaging?

Vuoi sapere quanto ti costa una confezione singola?

Sei una startup e vuoi un preventivo?

Hai bisogno di una Corporate Identity e vuoi sapere il costo?

Quanto costa fare il restyling di un tuo vecchio packaging?

 

 

 

Michele Bondani
Entra nel mondo del marketing nel 1996, nel 1999 ha fondato Ardigia Marketing Funzionale, nel 2013 fonda Packaging in Italy, l'agenzia di Pack dal Design italiano.
Nessun Commento

Lascia un commento:

Quando la mossa per conquistare il mercato è nel packaging

CONQUISTARE

Le storie dei più grandi imprenditori sono fatte di scelte coraggiose.

Intuizioni geniali che hanno cambiato radicalmente le abitudini dei consumatori. Sono questi gli imprenditori che definisco “esploratori”, poiché hanno scoperto territori vergini dando vita a nuove “civiltà”.

<<Hanno scavato dove nessuno pensava ci fosse il petrolio>>

Non basta però limitarsi a fare qualcosa che vada contro il pensiero comune per avere fortuna. Sarebbe troppo facile. Così come non basta un packaging “creativo” per vendere. Servono scelte ragionate,  intelligenti  e accompagnate da una buona dose di coraggio, per metterle in pratica quando nessuno ci crede.

La fase di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti, è sicuramente tra queste scelte, perché investire su un nuovo prodotto (ricerca, analisi, progettazione, test…) è un grande punto di domanda fino alla fine. Chi ha saputo fare le mosse giuste però ha raccolto i frutti, seguendo sempre lo stesso filo logico: valutazioni mirate, scelte intelligenti, coraggio e azione.

Tra le scelte coraggiose e controintuitive che permettono ad un’azienda di esplorare nuovi mercati c’è sicuramente il packaging del prodotto.

Te ne voglio parlare perché non sempre è possibile lanciare un nuovo prodotto, per due motivi principali: o non te lo puoi permettere (investire in ricerca e sviluppo oggi costa molto e costituisce un rischio altissimo per molte PMI) oppure il tuo è un prodotto indifferenziato.

Se ti trovi in una di queste due situazioni puntare sul packaging a volte può essere la scelta più intelligente.

 

Quanto costa un packaging dal Profitto Genetico™? CLICCA QUI →

 

Come diventare un imprenditore esploratore grazie al packaging dei tuoi prodotti?

Gli esempi non mancano:

se 20 anni fa mi avessero detto che un prodotto indifferenziato come l’insalata avrebbe potuto posizionarsi sul mercato grazie a una busta di plastica brandizzata non ci avrei creduto. latte parmalat

Molti non ci avranno creduto neppure nel 1962 quando la Parmalat decise di passare dal vetro al Tetra Pak per commercializzare un prodotto indifferenziato come il latte.

Il packaging, in questo caso in modo particolare, è stato il vero elemento che ha permesso l’esplorazione e la conquista di quel mercato da parte di Parmalat. Presto è stata copiata da tutti i competitor in questa scelta, ma ormai l’azienda di Collecchio era il leader consolidato, e ha goduto a pieno dei vantaggi che il mercato riserva a chi arriva per primo con un’innovazione.

La lista è lunghissima, ma ho voluto fare un paio di esempi che fossero chiari a tutti e questi lo sono senza ombra di dubbio.

Forse non hai un prodotto indifferenziato e per tua fortuna il tuo prodotto ha già caratteristiche di unicità. A maggior ragione la strada del packaging per esplorare nuovi territori è una scelta intelligente e obbligata.

Alla base dell’esplorazione e della conquista – nella storia come nel mercato – c’è sempre una grande capacità di vedere oltre. Vedere oltre le apparenze, oltre il senso comune delle cose, oltre i competitor.

Per noi vedere “oltre” significa vedere con gli occhi del consumatore, riposizionare le nostre considerazioni dal suo punto di vista e alla sua altezza – all’altezza dello scaffale.

Solo riconsiderando i dati da questa prospettiva è possibile individuare la mancanza e trovare la risposta attraverso lo sviluppo e la realizzazione di un packaging che aiuti il prodotto a vendere.

Solo guardando le cose da questo punto di vista è possibile raggiungere “nuove terre e fare nuove conquiste!”

Non perdere l’occasione di approfondire l’argomento a questa pagina.

 

 

Sei interessato al costo di un restyling di un tuo packaging?

Vuoi sapere quanto ti costa una confezione singola?

Sei una startup e vuoi un preventivo?

Hai bisogno di una Corporate Identity e vuoi sapere il costo?

Quanto costa fare il restyling di un tuo vecchio packaging?

 

 

 

Michele Bondani
Entra nel mondo del marketing nel 1996, nel 1999 ha fondato Ardigia Marketing Funzionale, nel 2013 fonda Packaging in Italy, l'agenzia di Pack dal Design italiano.
Nessun Commento

Lascia un commento: