Pet food e articoli per animali: come sfruttare le opportunità di un mercato in crescita

pet_gift_packaging-640x350

Questo probabilmente non è uno dei momenti migliori per chi fa impresa in Italia, quando però le opportunità ti passano sotto al naso e non riesci a coglierle non ci sono scusanti.

Le opportunità a cui mi riferisco riguardano quei pochi settori che nonostante la crisi non solo sopravvivono bene, ma sembrano essere in espansione.

 

Dove si nascondono le migliori opportunità?

Il settore del Pet (alimenti e articoli per gli animali da compagnia) è un esempio perfetto. Si tratta di prodotti dedicati agli animali, dal genere alimentare agli accessori fino a prodotti dedicati alla cura e all’igiene di cani e gatti.

I dati del Rapporto Assalco – Zoomark 2014 mostrano chiaramente come nel solo 2013 il mercato sia cresciuto del +1,7% in piena controtendenza con gli altri settori merceologici che hanno subìto un calo o un congelamento sulle stesse posizioni del 2012.

In particolare la ricerca mostra come l’89% dei proprietari di animali da compagnia non sia disposto a far mancare nulla al proprio animale anche in un momento di crisi come questo.

È interessante notare come alcuni prodotti in particolare abbiano subìto una crescita fortissima, come ad esempio snack & treats (snack con scopi funzionali e spuntini solitamente somministrati come ricompensa) che sono cresciuti del 13,6%.

Un altro dato interessante che emerge dalla ricerca di Assalco è il trend che vede i proprietari di animali da compagnia particolarmente orientati all’acquisto di prodotti di alta qualità, premium e superpremium. Forse anche per questo le catene petshop (dei veri supermercati dedicati a questi prodotti) sono cresciute del +17,9%.

 

Cosa devi fare quando le opportunità non mancano

Le opportunità quindi non mancano nel mercato e questo è il momento migliore per agire sfruttando una scelta di packaging funzionale alle vendite.

Ricordarti che il packaging non è l’unico ingrediente segreto, esistono diversi elementi differenzianti per ottenere un risultato ottimale sulle vendite. Questo vale doppiamente in un settore come quello del Pet dove il consumatore è molto attento e ricerca soluzioni personalizzate senza rincorrere il risparmio all’ultimo centesimo.

Solo facendo leva sugli elementi differenzianti e sulle caratteristiche di unicità del tuo prodotto sarà possibile realizzare un packaging dal Profitto Genetico™.

Mentalità imprenditoriale e unicità del prodotto come vedi sono ingredienti che non possono mancare, il packaging è l’arma segreta per amplificare questi valori e avvicinare il tuo prodotto al cliente facilitando l’acquisto.

Ti ho detto questo in maniera molto onesta perché credo sia giusto lavorare con ambizione e orgoglio, ma è sempre necessario fare autocritica e mettersi in discussione quando serve.

 

I tuoi prodotti hanno le caratteristiche giuste per essere competitivi in un mercato così esigente come quello del Pet?

Non fare questo errore…

Il mese scorso mi trovavo a Richmond – a Londra – a trovare un caro amico, e mentre cenavamo in un ristorante meraviglioso sulle rive del Tamigi, mi porta un paragone che calza a meraviglia. Questo mio amico, un guru di fama internazionale che di mestiere fa il cosulente SEO (la disciplina che si occupa di posizionare i siti web nella ricerca di Google), mi dice:

“A volte mi contattano clienti con richieste impossibili, se mi dovesse mai chiamare il titolare di un Hotel 2 stelle di Riccione che non ha mai fatto attività web e chiedermi di arrivare nella prima posizione, sulla prima pagina di Google, non lo potrei fare. Nonostante io sia molto preparato in materia, esiste un limite”

Finire in prima posizione su Google scalzando Hotel storici, rinomati e da sempre ben posizionati su internet era praticamente impossibile per l’Hotel 2 Stelle di Riccione. È un pò la vecchia storia della 500 col motore della Ferrari.

Tutto questo solo per dirti che il packaging non fa miracoli, ma rende visibile e chiaro a tutti il “miracolo” che hai fatto in azienda grazie all’imballo.

La crescita del mercato Pet è sicuramente un elemento positivo che suggerisce la necessità di novità e di elementi differenzianti. In un momento in cui la domanda cresce l’offerta deve differenziarsi in modo chiaro. È così che si arriva sul podio.

pet_packaging

Un caso studio per capire meglio

Un nostro caso studio ci ha dato la possibilità di lavorare esattamente in questa direzione; per un nostro cliente Pet & Co. abbiamo creato una strenna natalizia pensata per animali (cani e gatti).

Chiamata da noi Pet Gifts, è stata una soluzione regalo che conteneva al suo interno 2 giochi e 2 snack / stick (esattamente il segmento che è cresciuto del 13.6%). Di fatto una categoria inesistente, ma che è stata accolta molto bene dal consumatore, attento più che mai alle novità.

In un mercato come quello del Pet le opportunità quindi non mancano, sfruttarle dipende dalla tua capacità di individuarle, dal tuo prodotto (elementi distintivi e unicità) e da una scelta di packaging che faccia esplodere questa formula sugli scaffali.

È esattamente quello che abbiamo fatto con Pet Gifts lavorando sul packaging, sulla scelta dei prodotti e dando vita ad un segmento di categoria completamente nuovo.

C’è ancora molto da dire e in questo momento nulla impedisce alla tua azienda di esplorare e lanciare nuovi segmenti!

 

Vuoi sapere quanto ti costa una confezione singola? CLICCA QUI →

 

Perché è esploso il mercato degli articoli per animali da compagnia?

In Italia e all’estero nell’ultimo decennio l’impennata di acquisti è stata motivata da un radicale cambio di atteggiamento nei confronti degli animali da compagnia.

La sensibilità del consumatore nei confronti degli animali da compagnia è cresciuta alimentando un mercato sempre più attento.

 

Se oggi operi nel settore del Pet investi sul packaging

Sfruttare questo momento significa investire in un packaging pensato per comunicare in modo diretto con bisogni ed esigenze di chi acquista.

Non guadagnare uno spazio riservato nella testa del consumatore significa mettere a rischio il tuo futuro.

Questo per 4 semplici motivi:

  1. il mercato in forte espansione subirà un assestamento e ci sarà una scrematura naturale alla quale sopravviverà solo chi rappresenterà una soluzione riconoscibile per il cliente (lo fai oggi con il packaging)
  2. in questa fase dove nonostante la presenza di grandi brand i giochi sono ancora da fare hai la possibilità di posizionarti con più facilità sul gradino più alto del podio e ritagliare uno spazio intoccabile nella testa del consumatore (lo fai oggi con il packaging)
  3. questo è un momento che non capiterà più e un packaging funzionale alle vendite non ti aiuterà solo ad assicurarti un posto in futuro, ma anche a sbancare nel presente dove gli altri ancora ragionano con i vecchi schemi del pack bello, creativo, elegante ecc… (lo fai oggi con il packaging)
  4. la storia ci insegna che quando il mercato tira ce n’è per tutti, ma se pensi solo a produrre perchè “oggi c’è richiesta” quando finirà se non sarai percepito come marca dal consumatore, sparirai in un brevissimo tempo. La tua forza produttiva non potrà andare avanti per molto con costi troppo alti. Quindi pensa oggi al tuo marketing e al tuo posizionamento e… (lo fai oggi con il packaging)

 

Insomma sfruttare le opportunità del momento non significa solo “esserci”, ma lasciare il segno grazie a un imballo pensato scientificamente per farsi guardare, riconoscere e preferire. Un imballo capace di comunicare chiaramente il tuo Profitto Genetico™.

Scopri come fare in modo che anche i tuoi prodotti si facciano notare, riconoscere e preferire sugli scaffali dei negozi. Contattaci per un appuntamento gratuito, saremo felici di spiegarti come potremmo aiutarti.

 

 

Sei interessato al costo di un restyling di un tuo packaging?

Quanto costa un packaging dal Profitto Genetico™?

Sei una startup e vuoi un preventivo?

Hai bisogno di una Corporate Identity e vuoi sapere il costo?

Quanto costa fare il restyling di un tuo vecchio packaging?

 

 

 

Michele Bondani
Entra nel mondo del marketing nel 1996, nel 1999 ha fondato Ardigia Marketing Funzionale, nel 2013 fonda Packaging in Italy, l'agenzia di Pack dal Design italiano.
Nessun Commento

Lascia un commento: